Passa ai contenuti principali

Brutto bagarospo!

Io e la nana stiamo andando d'amore e d'accordo. Sicuramente grazie anche alle visite dei nonni - santi -, che ci "distraggono" da noi.
L'umore è buono, siamo abbastanza serene, anche se ci sentiamo un po' in prigione (e sono sicura di poter parlare per entrambe). Siamo donne di strada, capite il senso. Sì, siamo in grado di sopravvivere al chiuso, ma, per bacco, abbiamo bisogno di respirare aria di mare, di guardare fuori.
Dal fronte malattie c'è la novità che anche la prossima settimana la ragazza sarà costretta a stare in casa, causa nuovi dolori (nonostante antibiotico e cortisone): siamo ri-corse dal dottore ieri, venerdì...a ridosso del w.e. Normale, no?
Vabbe', ormoni sotto controllo = no disperazione.

Per cui, se ve lo state chiedendo, non è successo questo:

Anzi, la notte scorsa la mia ragazza, dopo essere venuta a farmi visita nel lettone - mi sono accorta che ci arriva a occhi chiusi e ri-sprofonda nel sonno non appena assume la posizione orizzontale - si è dedicata a coccole nei miei confronti, accarezzandomi la fronte e i capelli...tenera, vero? :-)
Lunedì...torna F.!

Commenti

  1. Risposte
    1. eheh, sì, ad oggi ce la stavo facendo alla stra-grande...finchè mio marito non m'ha dato l'allegra notizia che sì, lunedì torna, ma che dopo tre giorni circa dovrebbe ripartire nuovamente per il fine settimana....

      Elimina
  2. E vai cambio di turno!!!!!! ;-)))))))

    RispondiElimina
  3. povera piccolina...tu invece resisti, gioisci della vostra inaspettata serenità e vedrai che presto sarà tutto passato! :)

    RispondiElimina
  4. Tu e lei insieme siete troppo belle!! <3

    RispondiElimina
  5. Tenera si!! non riesco proprio a immaginare come possa essere un rapporto madre-figlia. cioè, dal punto di vista della madre intendo! deve essere parecchio complicato...:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma...ti dirò tra un po', quando pretenderà di uscire truccata, o quando inizieremo a scontrarci...o quando anche lei sarà nel suo periodo "rosso" :-)
      Per ora lo trovo speciale e bello, nonostante tutti mi dicessero che il legame tra figlia e papà mi avrebbe vista come l'esclusa :-)

      Elimina
  6. dai resistete!!
    se ti può consolare noi, dopo un mese di cortisoni vari, siamo direttamente passati agli antibiotici... quando si dice il sistema immunitario!! :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ieri mia suocera mi ha detto che (io non lo sapevo) il cortisone abbassa le difese immunitarie...forse per questo s'è beccata anche la tosse,nonostante non sia uscita mai (le abbiamo passato noi i germi).

      Elimina
  7. siete splendide... speriamo che guarisca presto!!!

    RispondiElimina
  8. Gab, ho bisogno di chiederti una cosa per mail ma non trovo il tuo indirizzo. Me lo puoi mandare su mariaelenabravi@gmail.com?!? Grazie!!! ....sto per chiederti una follia, preparati!!!! ;-))))))

    RispondiElimina
  9. Il legame tra figlia e papà è tale e quale a quello tra figlia e mamma.
    Chi ti propina questo genere di stereotipi???
    Garantito da me e le mie tre Gnome.
    (Anzi, a volte c'è proprio la complicità femminile che fa di Papozzo l'escluso...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, anche il nostro è spesso l'escluso :-)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La petulanza, sgradevole come una flatulenza

Ero già petulante; da un po' lo sono fino allo sfinimento. Comincio la mattina "fai colazione! è tardi! è suonata la campana!". Continuo a pranzo "Hai finito di mangiare?noi siamo alla frutta! Sbrigati".  Proseguo "Raccogli da terra! Togli di mezzo le cose che non devi usare! Prendi questa cosa e rimettila a posto! Mettiti le ciabatte! Non stare scalza!". Fino a sera "Vai a metterti il pigiama! Hai lavato i piedi? Hai lavoro i denti?". E quando è raffreddata...mamma mia! "Soffia il naso! soffia il naso forte! Devi soffiarti il naso! soffia il naso e poi facciamo questa cosa".
Basta! Non mi sopporto più!
Non è possibile tutto ciò, non si può andare avanti così. Ricordo che io non sopportavo mia mamma quando ripeteva fino allo sfinimento le stesse cose. La situazione è migliorata quando sono andata a vivere da sola. Solo che, 'sta povera creatura ha ancora un po' di anni da vivere con noi. Allora che si fa? Alle volte ho provato a con…

Una gravidanza da lode

A questo punto spero che cotanta bravura venga premiata con: - una bimba tranquilla la notte - una bimba che, sapendo che la sua mamma non è più una ragazzina, non la faccia strapazzare molto - una bimba che, sapendo che il papà non c'è molto a casa, sappia essere paziente con la sua mamma - tanta pazienza da parte mia (perché si sa che questa è inversamente proporzionale all'età) - felice accettazione da parte della sorella maggiore - una bimba che non si ammali quanto la sorellona - una bimba che decida di nascere né prima né dopo, ma al momento giusto - nessuna depressione post-partum, anche lieve (dai! dai!)
Chiedo molto? Vabbe', è il panico da prestazione; è il fatto che dopo 7 anni hai rimosso molto. C'è da dire che con la prima l'impatto, salvo la novità, non è stato drammatico, per cui no! non sono preparata al peggio :-P
Ma poi - una domanda - da cosa si vede che è una femminuccia? Signora incontrata nel panificio, da cosa se n'è accorta?


SalvaSalva

messaggi di aiuto

io, io sono una donna forte! io non ho bisogno di nessuno! io me la so cavare da sola! due bambine? e che ci vorrà! <<Pronto? mamma? non è che verresti a trovarci? Sai, a Marta farebbe molto piacere...>>.
Tutto questo per dire che, in questa seconda gravidanza, ho capito che il trucco per non crollare e cadere è...chiedere una mano! Banale, vero? Non è approfittarsene. E' spirito di sopravvivenza. Non so chi avete voi vicino - approposito, massima stima per le famiglie che si trasferiscono fuori dalla loro città di origine e che "producono" bambini senza l'aiuto di mamma e papà -, ma qui abbiamo la fortuna di avere, in un raggio di massimo 10 km, nonni materni e paterni.
A differenza della prima gravidanza, mi son ritrovata a alzare la cornetta, o semplicemente a rispondere Sì, lo voglio ogni qual volta mia mamma mi chiede "Hai bisogno di una mano?". Vabbe', ogni ogni volta proprio no, spesso sì. Poi 'sta storia dell'allattamento all'i…