Passa ai contenuti principali

storie di capelli


1. Marta ha TANTI lunghi capelli; così lunghi che, quando glieli lavo, le toccano il sederino. Ha i capelli così lunghi perchè non glieli ho mai tagliati (datemi una risposta scientifica sul perchè bisogna farlo, perchè di sentirmi dire "si devono tagliare" non ne posso più...perchè? e allora lo farò). Marta ha tanti capelli. Ha preso dal papà. Ha tanti lunghi capelli color biondo cenere, boccolosi. Le piace portarli sciolti, ma a pranzo-cena-colazione-notte (anche la notte: tuppo alto. E no, non le fa' male la testa. Non sono mica così stupida da tirarglieli e stringerli forte con l'elastico) riesco a convincerla a legarli. Quel pomeriggio erano legati.
2. A casa abbiamo lo scotch. Scotch di tutti i tipi: trasparente, opaco, da imballaggio, scotch-carta, american-tape, nastro adesivo di vari colori.
3. Sul tavolo della cucina avevo erroneamente appoggiato e lasciato un gran bel rotolo di scotch carta, di quelli facilmente strappabili con le mani.



4. Marta ora ha un piccolo ciuffo di capelli, sul lato destro, brutalmente reciso con le forbici. 
:-)

p.s.: ho tralasciato volutamente il racconto dei pianti, quando ha provato a togliersi la sua bellissima nuova fascia beige...

Commenti

  1. Voleva fare come le bambole nuove che hanno la frangia tenuta dalle fascette... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheh, sì...diciamo...:-)
      però ha imparato la lezione....hmmmm...

      Elimina
  2. La conosco questa storia :D!
    Anche qui è successo, li avevo lasciati incustoditi con le forbici (senza scotch! Almeno la tua aveva una buona ragione :D!) e le due ragazze hanno ancora questi ciuffi che faticano a raggiungere la lunghezza giusta :D!
    Solidarietà :D!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io le forbici gliele do'...per ora non c'ha mai provato, anche perchè non vuole assolutamente tagliarseli 'sti capelli, quindi credo non intenterà mai un atto così duro contro...fino all'età della ribellione. (poi ho un trucco: le forbici che le do' son quelle che tagliano solo i fogli, quelle di plastica, eheh!)

      Elimina
  3. Quanto siete belle!!! Con capelli lunghi, corti o tagliati che sia!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma grazie! :-)
      e con i capelli a metà? ahah!

      Elimina
  4. :-) poverina... la risposta scientifica sul perchè bisogna tagliare i capelli potrebbe essere perchè fai prima a lavarglieli, ad asciugarli e a pettinarglieli, ma se a te non pesa, allora non ne vedo proprio il motivo!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, la tua motivazione è alquanto valida...la prima risposta valida udita finora. Però, effettivamente...non mi pesa, quindi....che lunghi siano (finchè non peserà anche alla nana)!

      Elimina
  5. povera cucciola:-(( ma le ricresceranno in fretta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per fortuna sono mossi e si confondono con la massa restante :-)

      Elimina
  6. concordo, lasciale i capelli lunghi, ma perché la gente si impiccia sempre????

    RispondiElimina
  7. Ti spalo??? Allora non sono solo i maschietti ad avere la fissa per le pistole!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, ame...pur in total-pink, a marta piacciono i giochi "da maschietti". Poi ogni tanto tira fuori il lato...come dire....materno :-)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La petulanza, sgradevole come una flatulenza

Ero già petulante; da un po' lo sono fino allo sfinimento. Comincio la mattina "fai colazione! è tardi! è suonata la campana!". Continuo a pranzo "Hai finito di mangiare?noi siamo alla frutta! Sbrigati".  Proseguo "Raccogli da terra! Togli di mezzo le cose che non devi usare! Prendi questa cosa e rimettila a posto! Mettiti le ciabatte! Non stare scalza!". Fino a sera "Vai a metterti il pigiama! Hai lavato i piedi? Hai lavoro i denti?". E quando è raffreddata...mamma mia! "Soffia il naso! soffia il naso forte! Devi soffiarti il naso! soffia il naso e poi facciamo questa cosa".
Basta! Non mi sopporto più!
Non è possibile tutto ciò, non si può andare avanti così. Ricordo che io non sopportavo mia mamma quando ripeteva fino allo sfinimento le stesse cose. La situazione è migliorata quando sono andata a vivere da sola. Solo che, 'sta povera creatura ha ancora un po' di anni da vivere con noi. Allora che si fa? Alle volte ho provato a con…

Una gravidanza da lode

A questo punto spero che cotanta bravura venga premiata con: - una bimba tranquilla la notte - una bimba che, sapendo che la sua mamma non è più una ragazzina, non la faccia strapazzare molto - una bimba che, sapendo che il papà non c'è molto a casa, sappia essere paziente con la sua mamma - tanta pazienza da parte mia (perché si sa che questa è inversamente proporzionale all'età) - felice accettazione da parte della sorella maggiore - una bimba che non si ammali quanto la sorellona - una bimba che decida di nascere né prima né dopo, ma al momento giusto - nessuna depressione post-partum, anche lieve (dai! dai!)
Chiedo molto? Vabbe', è il panico da prestazione; è il fatto che dopo 7 anni hai rimosso molto. C'è da dire che con la prima l'impatto, salvo la novità, non è stato drammatico, per cui no! non sono preparata al peggio :-P
Ma poi - una domanda - da cosa si vede che è una femminuccia? Signora incontrata nel panificio, da cosa se n'è accorta?


SalvaSalva

messaggi di aiuto

io, io sono una donna forte! io non ho bisogno di nessuno! io me la so cavare da sola! due bambine? e che ci vorrà! <<Pronto? mamma? non è che verresti a trovarci? Sai, a Marta farebbe molto piacere...>>.
Tutto questo per dire che, in questa seconda gravidanza, ho capito che il trucco per non crollare e cadere è...chiedere una mano! Banale, vero? Non è approfittarsene. E' spirito di sopravvivenza. Non so chi avete voi vicino - approposito, massima stima per le famiglie che si trasferiscono fuori dalla loro città di origine e che "producono" bambini senza l'aiuto di mamma e papà -, ma qui abbiamo la fortuna di avere, in un raggio di massimo 10 km, nonni materni e paterni.
A differenza della prima gravidanza, mi son ritrovata a alzare la cornetta, o semplicemente a rispondere Sì, lo voglio ogni qual volta mia mamma mi chiede "Hai bisogno di una mano?". Vabbe', ogni ogni volta proprio no, spesso sì. Poi 'sta storia dell'allattamento all'i…