lunedì 8 agosto 2016

Va via

Se non ne parli non esiste, né va via da solo. Invece esiste eccome, un dolore così come una gioia, esistono anche se non ne parli. Nel caso del secondo ti si legge negli occhi, nel caso del primo forse puoi essere brava a nasconderlo, ma c'è.


C'è e si sente anche fisicamente, talvolta. 
Questi giorni va così, sbalzi di umori, passare da un "ce la stiamo facendo" a "è finita". La speranza che non va via e per fortuna il fisico reagisce e agisce per scacciarla e far finire ogni illusione.

Dopo 5 anni un ritardo, un evidente ritardo! Davvero? Davvero.
Io che sbaglio a leggere il risultato delle analisi, ma che per togliermi i dubbi mando la foto dell'esito al ginecologo "Signora, ha sbagliato, è positivo!". Davvero? Davvero.
Il corpo si stava preparando: le curve erano leggermente più tonde, stavo subendo quella bella trasformazione.
Seguono altre beta, valori che salgono. Si fissa la prima ecografia e lì il primo intoppo: camera gestazione troppo piccola e ancora vuota. Torni tra due giorni dopo aver rifatto le beta.
Esco con un macigno sul cuore, ma eseguo. Siamo all'inizio, probabilmente i calcoli sono errati.
Beta cresciute abbastanza, ecografia con camera gestazione cresciuta e un pallino...c'è un pallino! c'è qualcosa!!!

In tutto ciò internet a portata di mano, cerco risposte, esperienze simili, consolazione, leggo leggo tanto. Accarezzo la pancia, forse un po' di coccole faranno bene? Cerco di non arrabbiarmi molto, non vorrei nascesse isterico.
Fino a sabato pomeriggio: sabato dopo pranzo fitte e poi perdite. Fitte senza perdite è normale, dicono i forum e gli articoli vari. Perdite marroncine sono normali, dicono sempre loro. Ma quel marrone si trasforma in un attimo in un rossiccio; non sono consistenti, ma ci sono e i dolori anche.
Chiamo il dottore, mi da' ovuli e antiemorragico. Mi consiglia riposo (riposo? e che vorrà dire? a me di riposare non va, con una piccoletta in casa poi...poi domani ho il concerto di Max gazzè, uff), ma eseguo anche stavolta.
Stamattina decido di andare a farmi visitare per capire cosa succede là dentro, se il riposo ha senso o se questa ipotetica vita deve fare il suo corso - qualunque esso sia -, voglio sapere. 
Bene, ho saputo che questo pallino tanto atteso si sta allontanando da me (camera gestazionale con dimensioni ora più piccole e in posizione più bassa). Lui mi ha spiegato cosa succederà e mi ha detto di non spaventarmi. Ok, ci proverò.
Ho smesso di leggere forum, son tornata a casa e mi son messa a far cose, a disegnare. Ero sola e mi andava bene così. 
Però fa male, sapete? Non credevo fino a tanto...un po' sei arrabbiata con il tuo corpo che sta cacciando quello che miracolosamente era arrivato. Fa male pensando alla piccola, che per fortuna c'è e che era così felice di questa novità, dopo tanto aver atteso e chiesto anche lei.

Vorrei solo che si allontanasse in fretta, per chiudere questo capitolo. Vorrei poterlo cacciare. Vorrei solo questo adesso.

14 commenti:

  1. un abbraccio. e non allontanare i sogni..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie...vorrei sognare, ma il tempo passa e le paure riesce più difficilmente a allontanarle :-(

      Elimina
  2. un abbraccio grande, Gabriella.

    RispondiElimina
  3. Oh... mi dispiace Gabriella! Ti mando un forte abbraccio anche da San Francisco

    RispondiElimina
  4. Gab tesoro mio!!!! Mi arrabbio con la vita che ha volte è proprio una stronza!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a momenti alterni sono arrabbiata anche io :-(

      Elimina
  5. oh Gab! Lo so, lo so, purtroppo lo so. Il dolore c'è, come l'ansia, la speranza, l'impossibilità di pensare ad altro...non ho parole, posso solo abbracciarti virtualmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie...<3
      Oggi va un po' meglio, anche se ora ho l'umore che si impenna e scende...devo concentrarmi solo su lei che c'è. Sto reagendo, il mio fisico sta reagendo e mi sono imposta di tornare subito a quelle che sono le cose che mi piace fare (ma a volte sono arrabbiata e scura). Condividere aiuta

      Elimina
  6. Ciao, sono passata qui per caso, dopo tantissimo tempo di blog assenza, e ho letto questo. Ti abbraccio forte. Ci sono passata anche io e capisco benissimo il pensiero di "a questo punto è meglio se esci da lì e in fretta." Ricominciare non è facile, specialmente dopo un'attesa lunga per qualcosa che alla fine non è successo. Ma spero che già adesso tu stia meglio e che fare cose che ami, stare con le persone che ami sia un buon balsamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca...grazie! grazie per aver raccontato un po' della tua perdita. Ora sì, va meglio, però sai che è lunga? speravo s risolvesse tutto prima e invece ci sono ancora dentro, dal punto di vista fisico per lo meno. La testa certo, ogni tanto vaga, ma cerco di distrarla.

      Elimina

Riempirsi di bellezza

Io dico che abbiamo bisogno di fare cose belle , di riempirci di bellezza , di sottoporci a "pratiche positive", di respirare ari...