Quale sport per noi?



Farà nuoto! No danza (troppo rosa! Nessuno mi aveva pre-annunciato che avrei avuto una bambina rosa-dipendente), nè pallavolo, nè judo...nient'altro che nuoto.
Come al solito non fare i conti senza l'oste.
Oggi sono qui, nello spogliatoio della palestra vicino casa, ad aspettare che termini la lezione di ginnastica ritmica. Da quella porta taglia-fuoco, verde, uscirà Marta. Felice, perché la sento ridere e parlare (questo non rientrava nel programma della lezione). 
La sua prima lezione. É felice, è in compagnia della sua amichetta di classe. 
Io c'ho provato, l'ho portata in piscina per farle conoscere il nuovo ambiente. Le ho presentato le ex-colleghe della mamma, quelle che le avrebbero insegnato a stare a galla con disinvoltura. Non mi interessava si trasformasse in Federica Pellegrini, volevo che galleggiasse e prendesse maggiore confidenza con l'acqua. Il corso di nuoto invernale, con i compagni di classe, l'ha resa più sicura...ma speravo in qualcosa di più. Comunque - dicevo - questo nuovo sport le piace proprio, e son contenta.
Io ero anche una di quelle che credeva nello sport fine a se stesso, e non come "intrattieni" per i pomeriggi. Invece mi son trovata a ricercare un'attività pomeridiana (giuro che resterà solo questa) anche per farla stare in compagnia di altri coetanei all'infuori della scuola. Devo solo trovare ora qualcosa da fare io in quest'ora "di buco"; oggi sto scrivendo sul blog, martedì si vedrà (libro? Disegni? Sì, potrei approfittarne per ritrarre Marta all'opera).
Riaffronteremo l'argomento nuoto in primavera, a ridosso dell'estate...io all'attacco ci torno, eccome se ci torno!
Nel frattempo danziamo come Hilary!

Commenti

  1. Da ex danzatrice, posso solo essere in sintonia con Marta, in più non so nemmeno nuotare, quindi ho fatto bingo. Non si può imporre uno sport, te lo dice una che ci ha provato con suo figlio, e che forse ci riproverà, perché parliamoci chiaro, il nuoto è il nuoto, però nel frattempo, andiamo a calcio!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sai nuotare? allora l'estate prossima vieni in puglia che ti do' lezioni io :-D

      Elimina
  2. Che bello che è il disegno di tua figlia che fa ginnastica!Anche io d bambina avrei voluto fare Hilary, invece mi hanno fatto fare sette anni di danza classica, che ho finito per odiare! Si può insistere con i figli e secondo me devono almeno imparare a nuotare, però poi spetta a loro decidere.
    Passare l'ora a disegnare e scrivere post, mi sembra un'ottima idea, comunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io da piccola odiavo la danza, mi sembrava troppo tutta fiocchi tulle e rosa :-P Per fortuna i miei ci hanno sempre lasciate libere di fare quello che volevamo; ne abbiamo provati diversi di sport, ma tutti scelti da noi. Il nuoto è quello che è durato di più. Credo anche io che serva imparare a nuotare e non diventare nuotatori (a meno che non voglia farlo lei), essenzialmente per una questione di sicurezza.

      Elimina
  3. Pensa la fortuna: per tanti abbiamo amato entrambe (io e mamma) nuotare ma quando io mi sono stufata della piscina abbiamo trovato una struttura metà piscina e metà palaghiaccio ed io, fatta una prova, mi innamorai del pattinaggio artistico. Sistemate entrambe, alé!
    Buona ricerca del tuo passatempo! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie!
      e comunque…W per il pattinaggio artistico!!! :-)

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari