Un disco rotto


Odio ripetere le cose.
Ci sono giorni in cui mi sento un 45 giri (a essere buona 45, perché potrei essere benissimo un 33) graffiato, che si ferma sempre sulla stessa frase e la ripete all'infinito finché qualcuno non da' una botta sul mangiadischi. Il mio funzionava così: il mio bel mangiadischi rosso, che tempo fa ho rimesso in giro per Marta, aveva bisogno di continui colpetti per far andare avanti quei dischi rovinati. Io non ricordo di aver mai sentito una canzone, con quel giradischi, come lo chiamavamo noi - che non saltasse.
Non ho mai conosciuto le vere parole di Ti amo di Umberto Tozzi finché non sono andata al liceo. Per me quella canzone cantava così:

Ti amo, ti odio e t'amo, 
in fondo uuomo,
che non ha freddo comando io meno,
davanti al seno, ti odio e t'amo,
è un'afa che sbattendo le ali l'amore che a letto si fa […]

E questa strofa per più e più volte, fino al colpo che faceva procedere la musica (ma le parole, quelle no, restavano così).

Questa divagazione per dirvi che mi sento un disco incantato o una musicassetta che manda la tua canzone preferita e tu stoppi, riavvolgi e spingi play migliaia di volte, quando Marta mi fa ripetere determinati concetti, tipo "Vai a lavarti le mani. Ti sei lavata le mani? Metti in ordine. Non saltare nell'ascensore. Sbrigati ad uscire dall'ascensore perché serve agli altri*. Non interrompere quando uno parla. Ti prego, lascia stare la cereria**. Non mi mettere le mani in faccia mentre ti vesto". Queste le ripeto almeno una ogni giorno, statene certi.
Prima inciderò tutto su un cd, così da farglielo ascoltare nei momenti di malinconia.

brutalmente ridisegnata da me, prendendo spunto dal web





*perché lei deve sempre farsi venire in mente qualche acrobazia strana prima di uscire, per la quale ha bisogno di concentrazione; e come in quasi tutti i condomini, chi ha bisogno del mezzo per salire o scendere non ha mai pazienza
**vivo il panico da "pelle incastrata nella cerniera, e lei puntualmente me la solleva quando sono intenta a vestirla

Commenti

  1. ...e gira voce che più crescono, più peggiora!

    RispondiElimina
  2. Ok... non sono paranoica ossessiva come dice mio marito ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. assolutamente no! e di' a tuo marito che ho pronta una cassetta anche con le migliori frasi che ripeto a mio marito :-)

      Elimina
  3. uuuuuuu... queste sono tutte le frasi che ripeto inutilmente diecimila volte al giorno, assieme a tira su il finestrino, non mettere la testa fuori dal finestrino, posa quel coltello. Piccola consolazione pensando che non sono l'unica. Ma quando finisce??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "non abbassare il finestrino" è anche mia…l'avevo dimenticata :-)

      Elimina
  4. perchè "muoviti...sbrigati che è tardi..è tardi...forza ..muotivi" la mattina quando si va a scuola? io mi sento biancoconiglio di Alice....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uhhh, certo! veloce! è tardi! ora chiudono i cancelli della scuola! :-)

      Elimina
  5. io, giusto da ieri, sto tentando di risolvere, intanto, il problema del risveglio al mattino: le ho comprato una sveglia, la sera la puntiamo sulle 7e30, poi la mettiamo sul suo comodino e al mattino sta a lei spegnersela, e alzarsi subito dopo, soprattutto, questo è il "patto".
    perchè per quanto sia meravigliosamente dolce entrare in cameretta, alzare piano la tapparella, sciogliersi di fronte al suo viso, che quando dorme è ancora tale e quale a quand'era neonata, chiamarla annunciandole l'inizio del nuovo giorno...passare la seguente mezz'ora a suon "dai, alzati, forza , svegliati, dai , esci da quel letto, dai presto che è tardi, avanti, sveglia.." e via così stava diventando davvero estenuate e intollerabile.
    stamattina l'ha spenta e si è alzata, alle 7e35 era in cucina:se continua a funzionare credo che mi farò volentieri sostituire da un robot, che assolva ai compiti più pallosi e ostici!

    ce l'avevo anch'io il mangiadischi rosso, si chiamava Penny!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qui si sveglia se le faccio sentire la sua canzone preferita…ma comunque, mica si alza subito! deve ascoltaròla tutta, rimetterla…e così a suon di è tardi! detto 10.000 volte riesco a portarla in bagno.

      Elimina
  6. Come ti capisco!!
    Magari la cassetta (o il cd) non è una così brutta idea!!!

    RispondiElimina
  7. Ci credi che a volte sono annoiata di sentire la mia voce? Io mi sono pensata una cosa stile tata lucia: scrivere una lista delle 4-5 regolette fondamentali (arrivati in casa ci si lavano le mani bla.. bla...) e appiccicarla sul frigo in modo che valgano sempre senza che la mia pessima voce le stressi da una parte all'altra della casa. Niente di geniale ma mi riprometto di farlo as soon as possible e con un po' di severità se sgarrano: qui montessori niente niente. Anche perché mi pare che ripetere a nastro poi non sortisca più effetto: le mie è come se non mi sentissero più...
    ps molto carina la sveglia di Shaula

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco, non appena marta avrà padrona di lettura, tappezzerò casa di "frasi" :-)

      Elimina
  8. potremmo fare un coro e inciderlo tutte insieme. Idem. Da un paio d'anni ormai sono Cecilia disco rotto. Ho come l'impressione che ne uscirò quando se ne andrà di casa. Cioè tra esattamente tredici anni e dieci giorni, ai suoi diciotto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io mi sento monotona, noiosa, e odio il mio tono di voce…dici…a 18? e poi non richiameremo chiedendo loro "hai mangiato?"…nooooooo! :-)

      Elimina
  9. il mangiadischi rosso mi ricorda me da piccolina:-)) ma sarà stato buttato da mia madre in uno dei tanti traslochi..... che dirti siamo tutte dei dischi incantati con i nostri cuccioletti! a prestissimo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bello, bello, siamo tutte sulla stessa barca :-)

      Elimina
  10. E pensa che io devo ripeterlo per due o.o massima solidarietà, certi giorni son stanca come non mai e vanno pure a scuola entrambi!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari