lunedì 30 dicembre 2013

post lamentoso e triste

…che poi ci provi anche a trovare il positivo, ma quando stai lì lì per convincerti, arriva la
"batostina". Che sarà mai un 31 sera-notte senza marito? Provi a dirti che è un giorno come un altro, c'è solo più confusione euforia in giro (un giorno che però mi infonde tristezza…ma credo sia solo colpa di come ce lo prospettano, 'sto benedetto ultimo giorno dell'anno). E' una serata come un'altra trascorsa con la pupa e qualche amico, di quelle che capitano spesso. Questa volta (ma non è la prima) non sarà un sabato o domenica qualunque, bensì il 31. Ok, si può fare, è capitato altre volte…dai, alla fine della giornata ti sei quasi convinta che tutto il nero che stavi scorgendo in fondo era un po' grigio tendente al bianco. Ed è allora che ricevi la telefonata "Cara, molto probabilmente lavoro anche l'1"…sdengh!
Provo a analizzare le cause del mio umore: scombussolamento ormonale dovuto alle solite, che comporta nervosismo, cattiva gestione dei sentimenti, delle reazioni. Di conseguenza urla, tristezza, lacrima facile, depressione.
Questa cosa non mi fa sentire meglio, ancor più perché le mie cose sono arrivate, e di solito portano con loro una ventata di ottimismo che spazza via i giorni cupi che le hanno precedute; ma questa volta il negativo è rimasto, a concludere 'sto anno. 
Domani sera per reazione non andrò a cena dalla mia amica, per non imbattermi in famiglie felici e unite. Opto per una cena con pochi qui a casa, 'chè tanto, botti e trasmissioni monotematiche a parte, è un fine mese come un altro, solo che si mangia di più.

Per il nuovo anno vorrei:
Tutto questo non perché sono egoista, ma perché so che così riuscirei a essere migliore con chi mi sta accanto.

Quest'anno finisce così, con una tazza raccogli lacrime, 'chè l'acqua, sotto qualsiasi forma,  non deve mai andar sprecata ;-)




16 commenti:

  1. Ecco, se potessi ti preparerei un bicchiere mezzo pieno di pazienza, con scaglie di sorriso, e autostima e fiducia q.b. ...per quello che può servire.
    Non so ancora cosa farò...un'amica dice di andare al cinema e poi tornare a casa per brindare...mah vedremo.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. buonissima serata! noi alla fine…il destino ha deciso: la nana ha la febbre, per cui resteremo io lei, mia sorella e suo marito. L'altra coppia con nana a seguito non verrà per paura contagio.

      Elimina
  2. ti capisco! sul serio! a me capita con il periodo precedente al natale. ma che sarà mai l'8 e tutte le domeniche di natale senza il papà? Niente, non è niente, per carità, ma se non ci passi non puoi capire l'assenza. E non mi venissero a dire: starà a casa a febbraio, perchè io a febbraio lavoro (tu pensa!) e cmq, no neanche a febbraio sta a casa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuramente si fa, si affronta e magari va anche bene, ma….non è la stessa cosa. Non ci si fa l'abitudine, anche se questa è la nostra normalità, perché speri sempre in un "miracolo" improvviso.
      Beh, comunque,sarai un'altra donna a cui penserò, per farmi coraggio, nei miei momenti da "mamma single", eheh

      Elimina
  3. Gabriella hai ragione, anch'io sarei un pò giù...anzi no sarei tanto tanto giù. Organizza una bella movie night con i tuoi figli...tanti popcorn....magari guarda un film strappalacrime...così un pò di sfoghi. ti penserò...un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mimma! sono venuti mia sorella e suo marito a salvarci la serata, la mia nana ha la febbre alta…sdengh! ma il suo umore è alle stelle! noi ci stiamo bevendo vino rosso :-)))
      Buona serata a te!!!

      Elimina
  4. a me basterebbe semplicemente spemmtere di entrare e uscire dagli ospedali per problemi di salute veri e immaginari!! giuro, il mio desiderio per il 2014 è tutto qui... al resto posso lavorarci da sola... :-)
    buonissimo anno a te e a alla tua famiglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora te lo auguro di cuore…spero tu possa vedere ospedali il meno possibile :-)

      Elimina
  5. Capisco, è capitato pure a me di averlo lontano nei giorni di festa o che si dovesse allontanare per lavoro proprio in quei giorni, passa ma è triste, per fortuna eri in conpagnia!! Buon anno!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, non è andata poi così male. E' sempre così: ci pensi e ti sembra una tragedia, poi se sei nervosa e triste ancora peggio, ma quando le affronti le cose, sai che si può fare. Certo non dover "combattere" sempre con la sua mancanza sarebbe carino, ma per il lavoro che fa, praticamente impossibile.…:-)

      Elimina
  6. Cara Gab, ti leggo solo ora. Quest'anno a noi è andata bene e il 31 eravamo tutti e tre ma essere giù per tutte le volte che si è sole è umano e come sai, ti capisco benissimo. per noi sono state belle vacanze perché finalmente passate in tre. Ora tremo un pó per l'inizio della solita routine io e Michy da soli......tu abbraccio forte e sull'autostima e la sindrome pre-mestruo se trovi una soluzione fammi un fischio;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francy, che bello! son contenta per questo tuo fine anno. Ti ho pensata, sai?
      mannaggia, ma mi chiedo perché le mie amiche "single con figli" abitano tutte lontano…non sarebbe bello se si potesse condividere questa strana routine un po' più da vicino? e vabbe' va. Un super abbraccio pupa! (mi hanno detto che la curcuma funziona nella fase pre-mestr…la proverò e ti farò sapere :-))

      Elimina
  7. Gab perchè tutte quelle lacrime in una tazza, forza pensa ai tuoi bellissimi buoni propositi, (te ne rubo mentalmente qualcuno se non ti dispiace) non ai possibili fallimenti che non mancheranno ma ci saranno anche tante soddisfazioni vedrai, think positive!! :D
    Ps: dopo aver letto anche i tuoi post precedenti non posso dirti altro che fai stra bene a fare di tutto per mantenere la tua bambina una bambina, dai l'infanzia è il periodo più bello della vita dove te ne infischi del tuo aspetto e pensi solo a giocare, per i complessi hai tempo una vita!! :D ciaoo ila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie ila!!! è che sono…momenti…fasi mensili, se vogliamo, ma poi passa. ora, con la lucidità del poi mi dico "che esagerata!". E' sempre così :-P
      Grzie ancora e buonissimo anno a te, che sia carico di soddisfazioni e creazioni :-)

      Elimina
  8. Bellissima la foto con la tazza! :D
    Ma che lavoro fa tuo marito?! Eddai, non è giusto, c'è un limite! no, no, anche io mi sarei arrabbiata da morire... c'è un limite, ripeto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie ;-)
      mio marito non fa il medico, né il vigile del fuoco, né l'autista dell'ambulanza, né il politico…fa il fonico. E questi fonici, soprattutto quando lavorano per eventi live, concerti, ecc., lavorano sempre quando gli altri non lavorano (oltre ai vari giorni dell'anno): estate (assai!!!) e quindi ferragosto, fine anno, fine settimana. però, per fortuna, lavora! :-)
      P.S.: ho fatto schizzi, faccio altro e ti giro tutto

      Elimina

Domande che richiedono preparazione

Dopo " da dove escono i bambini " siamo passati a " perché siamo fatti così? " (non è che esiste una puntata di Sia...