mercoledì 12 giugno 2013

aggiornamenti dal sud

Dove eravamo rimasti? qui. Un gruppo di illustratori e scrittori pugliesi che hanno deciso di fare gruppo, di incontrarsi, di esplorare, discutere, creare occasioni di collaborazione. Illustratori e scrittori affermati o alle prime armi (io! io!).

A poco più di un mese la mostra ha traslocato. So che gli eventi si pubblicizzano prima dell'inaugurazione, ma per questioni di tempo non mi è stato possibile. 


In ogni caso, la mostra abiterà la libreria Svoltastorie fino al 27 giugno: durante il mese ci saranno presentazione di libri e laboratori per bambini curati da alcuni degli illustratori del gruppo "La Puglia racconta". Per aggiornamenti riguardo gli appuntamenti visitate la loro pagina facebook (ho inserito il link al nome).

Che dire...facciamo un punto della situazione. Giovedì ero felice, nell'allestire la mostra ero felice. Con il sorriso sulle labbra nel pensare che "mi sto muovendo anche io", se pure in piccolo, in questo settore. Felice di mettermi alla prova e confrontarmi con gente più avanti di me. Felice di crescere, e desiderosa di voler crescere tanto (sì, ok, a quasi 36 anni non c'è speranza di superare il metro e 58...). 

Dunque..qualche giorno fa ho preannunciato ai miei colleghi che andrò via....TA-DA! Presenterò le mie dimissioni a giorni. Ho voluto anticipare loro la mia decisione, per evitare di consegnare di punto in bianco un foglio. Non mi andava di annunciare la decisione con un foglio scritto da un avvocato. Ho pensato che era la cosa migliore, ne sono convinta tutt'oggi. Sono persone con cui non c'è stato solo un contatto lavorativo: in 8 anni si è costruito qualcosa di più, con alti e bassi.
Se pur convinta, è stata dura. Ma sono serena, è la cosa migliore. Ora devo rimboccarmi le maniche e cercare, pensare, COSTRUIRE. E' un momento critico in generale, è il momento in cui a me e Franc. viene chiesto di stringere i denti, di affrontare sconfitte, delusioni, di farci avanti, di non farci abbattere dallo sconforto. Non so bene cosa farò, non lascio perchè ho altro tra le mani (qualcuno di loro me lo ha anche chiesto). Lascio perchè devo crescere, perchè aspettare 10 stipendi è diventato troppo per me, perchè il lavoro mi piace, ma retribuito mi piace ancora di più; perchè è necessario "portare la pagnotta a casa".
Comincio a guardarmi intorno con un occhio diverso, con l'occhio di quella che ha effettivamente bisogno.
Nell'attesa e nella ricerca so che i miei sogni potranno iniziare a prendere consistenza. Lavorerò anche per questo. 





14 commenti:

  1. ...e io faccio il tifo per te!
    con tutto il cuore

    RispondiElimina
  2. passerò a visitare la mostra...ci passo spesso dalla libreria ma non ci sono ancora mai entrata. Nel cambiamento ci sono sempre nuove opportunità o meglio questo è quello che mi ripeto continuamente per non cadere nello sconforto più profondo! sorrisi incoraggianti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la libreria e i librai sono veramente carini! sono comunque di parte...per me le librerie per ragazzi sono "il sogno proibito", eheh!

      Elimina
  3. Bella la tua "Belladdormentata".
    Gli illustratori che conosco più da vicino cambiano stile ad ogni fase nuova della loro vita. La solita osservatrice...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie simo. Ci volete nella tua libreria? eheh!

      Elimina
  4. Si dice che, chiusa una porta, si apra un portone.
    Sono sicura accadrà anche a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io...ci spero con tutto il cuore! non è proprio un periodo ottimo da questo punto di vista...ci spero, ci spero, e ci lavorerò! it's ok! :-)

      Elimina
  5. 10 mesi di arretrati?!?! saranno matti... coraggio, fai benissimo, brava!

    RispondiElimina
  6. In bocca al lupo!!! Per cambiare ci vuole coraggio e il coraggio merita sempre di essere premiato!!!
    Farai grandi cose, ne sono certa, perché le stai già facendo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille isabella! :-)
      e crepi il lupo!!!

      Elimina

Domande che richiedono preparazione

Dopo " da dove escono i bambini " siamo passati a " perché siamo fatti così? " (non è che esiste una puntata di Sia...