martedì 5 marzo 2013

cap(p)elli


Cioè, la mia parrucchiera. E' una donna.
Il "parrucchiere" inteso come luogo. E' figo. Mi offre sempre una tazza di tisana nell'attesa (il parrucchiere-luogo); io non bevo tisane, ma quella lì, caspita! è buonissima. Ha un retrogusto di liquirizia, e io adoro la liquirizia (il mio parrucchiere sa prendermi per la gola). Poi mi regala sempre 5 minuti di massaggio al cuoio capelluto...mmmm....:-)
E' un po' troppo chic per i miei gusti, ma è il mio parrucchiere dall'età di 15 anni e non riesco proprio a cambiarlo. 
La mia parrucchiera mi conosce,  con lei si può parlare, ma anche stare in silenzio (e ascoltare le altre ;-)).
Prenoto e non devo attendere ore: l'ideale per una che va sempre di fretta.
E' un po' caro, è vero, ma tanto ci vado solo due volte all'anno e non ho ancora mai affrontato il discorso "camuffamento capelli bianchi", per cui...si può fare.

Ho solo un problema e non è il mio parrucchiere. Siamo io e la mia autostima.



...fiera e sicura del mio taglio, bella come non mai, sicura di me, sorridente e soddisfatta.

Esco come una che ha commesso chissà quale malefatta e deve nascondersi. Come una che è minacciata da chissacchì, come una che deve nascondersi per non farsi riconoscere...una che pensa che tutti quelli che la incontreranno per strada diranno "ma guarda! che razza di pettinatura! stava meglio prima! no, è proprio ridicola"...come una che non è in pace con se stessa, ecco!
Quello che faccio quando esco è:
1. nascondermi dagli sguardi degli altri...come? con la forza del pensiero
2. camminare a passo svelto verso l'auto
3. chiamare lungo il tragitto - mai troppo corto - la mia testimonial-amica (alla quale telefono sempre anche prima di andare al patibolo parrucchiere) per sfogarmi
4. fiondarmi in auto
5. guardarmi nello specchietto retrovisore
6. arrivare a casa (assolutamente vietati altri servizi all'uscita dal parrucchiere!)
7. riguardarmi allo specchio
8. tentare varie acconciature
9. riempirmi di ferretti e ferrettini o eventualmente rilavarmi i capelli
10. sfuggire dallo sguardo di mio marito e contrastare ogni suo tentativo di compiacimento per la nuova pettinatura.

E' questa la verità, non sono mai soddisfatta di me. E non credo cambierò mai :-)
La realtà è che mi ritrovo un taglio niente male, che crescerà bene, che potrei portare in maniera figa, ma che  ho la capacità di rendere anonimo :-P






28 commenti:

  1. sei troppo forte!!! secondo me questo succede alla maggior parte delle donne, almeno quelle che portano i capelli corti;-)) io per evitare ciò, li sto facendo allungare anche se, con l'età, i miei adorati capelli si stanno trasformando in una vera schifezza:-((

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io, ho deciso...li farò crescere....ehmmm...vabbe', ci proverò! :-)

      Elimina
  2. Faccio le stesse identiche cose....in particolar modo tornare a casa e pettinarmi di nuovo!!!! ;-))))

    RispondiElimina
  3. Ma no...Ma perchè? Secondo me stai benissimo e devi portarli con disinvoltura e poi perchè rilavarli? ci dormi sopra e l'indomani son già meglio no ;-)?
    Beata te che ci vai solo due volte l'anno e non devi coprire i famigerati bianchi... e sì, la tisana (anch'io adoro la liquirizia) e il massaggio di 5 minuti ci stanno tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. comunque sai che funziona dormirci su? la mattina dopo hanno una piega...più naturale!

      Elimina
  4. io di solito mi faccio convincere che sono fighissima dal conto! prova! ;-)

    RispondiElimina
  5. Dai, almeno tuo marito se ne accorge :D! Il mio neanche quello se non fosse che deve stare a casa con i bambini mentre mi faccio i capelli :D!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ne accorge perchè due volte al mese ho la "testa ordinata" (anche se per pochissimo) :-)

      Elimina
  6. se ti può consolare, anche io mi rilavo sempre i capelli quando vado da parrucchiere... o me li stirano troppo che, a sentire mia mamma, sembro leccata da una mucca, oppure me li fanno ricci e crespi... e nemmeno mi offrono una tisana o un massaggio nell'attesa... invece mi tocca sorbirmi le chiacchiere qualunquiste sull'africa dove si muore di fame perchè non hanno voglia di lavorare. e da quando le ho sentite ho smesso di andarci.
    ora la questione taglio ce la vediamo tra di noi, i miei capelli e io... (arghhhhh)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sto cercando dei tutorial per fare da me, sai? prima o poi imparerò...finora i tentativi son stati un po' disastrosi!!!

      Elimina
  7. ahahha...siamo uguali!...nei peggiori dei casi ho anche pianto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. al pianto non ci sono ancora arrivata, eheh! tu sei avanti! :-)

      Elimina
  8. Per quanto il mio sia gentile, per me andare dal parrucchiere è una seccatura. Mi ci trovo bene eccetera, ma mi secca buttare via due ore della giornata (e dire che ci vado ogni 2 mesi o più) e il più delle volte mi rilavo i capelli appena arrivata a casa. Sono una pessima cliente!

    Devo suggerire al mio di offrire una tisana ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me con la tisana andrebbe mooolto meglio! :-)

      Elimina
  9. Ma daiiiii ma come si può!!!sei forte eh... io li ho lunghi x cui non ho sempre questi traumi ma è una cosa che va affrontata seriamente!!!! forse è meglio che dalla prossima volta, invece di un tisana, ti offra un whisky!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...sì, ma a fine acconciatura! ;-)

      Elimina
  10. Io esco senza nascondermi, non mi lavo i capelli una volta a casa, ma mio marito fa sempre dei commenti destabilizzanti...
    Meglio la tua situazione, forse...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, ma sì, quella è una sua dimostrazione d'affetto! :-)
      il mio non ci prova perchè sa perfettamente che il mio umore, al ritorno dal parr. è nero!

      Elimina
  11. Devo scriverti, come faccio? Mi scrivi tu?

    RispondiElimina
  12. anche io sono del club mai contenta del parrucchiere e quando li lavo io è peggio!!!

    RispondiElimina
  13. ahaha! complimenti per il post e per il sito in generale...mi sono divertita un sacco! Per quanto riguarda il parrucchiere a me succede più o meno che esco e mi sento una pop star, mi guardo intorno con fare ammiccante (questo finchè non avevo un pancione da nono mese di gravidanza....ultimamente tendo anch'io a nascondermi e a entrare il prima possibile in macchina, visto che sembro una balenotta!) e cammino spavalda fino a casa. Fino al primo lavaggio O______O
    Al primo lavaggio tornano più ricci di prima e sembrano più corti di quanto previsto (io sono ricciola e dal parrucchiere mi faccio fare sempre la piastra in modo da sembrare Raperonzolo <3 !)...e personalmente la mia tragedia nasce da lì! :D

    complimenti davvero non solo per i post divertenti che ho letto ma anche per i disegni...li fai tu, vero?? Tanto che mi hai convinto a seguirti! Sono una neo mommy blogger, partorisco tra un paio di settimane (un po' si paura c'è...!) e quindi più ispirazione e sorrisi trovo in giro meglio è!
    Un saluto!
    B.
    (www.mammaorachefaccio.com...ma credo che cliccando sul profilo si possa vedere...non so, non sono una grande esperta di Bogger ancora!..in compenso come puoi notare sono logorroica e abuso delle parentesi! :P )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah! all'inizio pensavo fosse uno spam (non avevo visto nè la foto del profilo nè avevo letto alcuna parola), ahah!
      scherzo!
      verrò a trovarti sul tuo blog, ma intanto...in bocca al lupo per queste ultime settimane! :-)

      Elimina
  14. Cara "Gab",
    è bello leggere quello che scrivi, oltre che ammirare le tue opere d'arte!Trovo molto bello questo tuo donare te stessa con semplicità attraverso la tua vita di tutti i giorni.
    Dietro questi "tagli" del tuo parrucchiere, che ti lasciano sempre insoddisfatta e di cui tu parli simpaticamente e con autoironia, io vedo una persona che, oltre ad essere bellissima e ad avere un volto incantevole, è anche umile. Non ho un rapporto personale con te, però il tuo viso e il tuo modo di essere mi hanno sempre trasmesso semplicità e umiltà. La tua è una presenza che "non si vanta, non si gonfia", proprio come la vera carità, e la bellezza che è fuori di te è la proiezione e il riflesso della bellezza della tua anima. Ama il parrucchiere tuo come te stessa! Ciao Gab!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! ma...quindi,...ci conosciamo?

      Elimina

Domande che richiedono preparazione

Dopo " da dove escono i bambini " siamo passati a " perché siamo fatti così? " (non è che esiste una puntata di Sia...