giovedì 7 febbraio 2013

la sera strega, la mattina mamma

Ennesimi tentativi (centratissimi) di assalto da parte della S.M.S. Però lo ammetto, umore-ormoni a parte, non è facile restare su quando anche il tuo - suo in verità - pediatra ci mette lo zampino.
Lunedì, giornata di "cazziatoni" da parte sua; tra una cosa e l'altra mi chiede anche "Signora, ma lei quanto tempo passa con sua figlia?". Ma perchè, sono una madre così disastrosa? Ma come si permette? poi, come si dice da queste parti, abbiamo mai mangiato insieme, che si permette di prendersi tanta confidenza? Credo che non sia il caso che ai lasci andare a giudizi sul mio conto, o no?.....tutte frasi pensate a posteriori, cioè appena sono entrata in ascensore...tempismo malefico.
Sono arrabbiata e mi sento un masso sulla testa. E' stato un lunedì cominciato male, con una telefonata da parte di una persona che, sicuramente in fase pre-mestruale, tira fuori il meglio di sè nei confronti degli altri - che poi, 'ste benedette mestruaz.non devono assolutamente diventare un alibi...al primo posto io voglio mettere il rispetto per l'altro...sì, vabbe'...a volte a casa...anche io...con Fra'...:-P

Ritornando al titolo del post: sarà la stanchezza di una giornata cominciata con poche ore di sonno (causa febbre della nana), sarà che sono nervosa per carattere, fatto sta che la mia pazienza si va a far benedire e davanti a una bimbetta che frigna e si lamenta e fa un po' di capriccini - giustificati dalla sua stanchezza e dal suo stato di salute - io mi trasformo da streghetta a stregona, per poi risvegliarmi tenera-dolce e sbaciucchiosa il mattino dopo. Di sera alzo la voce, mi arrabbio e non sopporto i picci che puntuali arrivano nel momento in cui decido di andarmene a letto; la mattina seguente corro a stuzzicarla amorevolmente nel letto(ne). Non è sempre così, sia chiaro. Non si lamenta ogni sera. E' successo in questi ultimi giorni e qualche altra volta - però il tempismo degli attacchi di tosse all'ora della mia "coricata" sono spettacolari...lì mi irrito, non con lei, certo, ma...cavolo...sembra fatto apposta!.

Tutto questo non fa altro che amplificare la mia S.M.S. Pensandoci bene, questa sigletta andrebbe benissimo anche nella versione moglie...'chè anche lì...insomma, ultimamente ci devo lavorare parecchio. E a "s.m.s." potremmo aggiungere anche una bella P (che sta per PESANTE e non per parcheggio). Sento che ci stiamo facendo travolgere troppo dalla vita e stiamo dedicando poco se non quasi niente, tempo a noi due. La solita tragica, direbbe lui; ma se la solita disperata non avesse di questi attacchi, saremmo ancora più superficiali nel viverci, ecco.
Per sdrammatizzare tatuerò sull'auto il codice. E mi cercherò di superare i miei tristi pensieri e vivere di più col sorriso sulle labbra.




16 commenti:

  1. strega, esattamente come mi sentivo ieri sera dopo una serata in balia di un seienne invasato... E chi si ricorda più cosa vuol dire dedicare tempo "a noi due"??

    Quello che mi dà più fastidio sono gli interventi esterni di chi, in realtà, non ne sa un fico secco: la maestra ti dice che devi dedicargli più tempo, le nonne dicono che gli dai troppa attenzione e che non sai farti rispettare (sanno dire altro, le nonne?), tu ti chiedi se stai facendo la cosa giusta... insomma, per un bambino dev'essere durissimo sopravvivere all'infanzia ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione....diecimila cose diverse: chi lo sgrida, chi lo vizia, chi cerca di ragionare...ognuno a modo suo gli dice la propria sulla vita...!

      Elimina
  2. insomma attendiamo tutte con ansia l'arrivo della primavera e la fine di nasi gocciolanti, tossi continue, febbri, occhiaie, rughe in continuo aumento e chi più ne ha più ne metta;-))
    solidale con te cara amica pugliese!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sììì...un po' di aria calda! e dire che alla fine qua in puglia non fa mica così freddo!

      Elimina
  3. direbbe lui... sei una mamma e ti fai problemi che non i meriti. ci credo che la sera sei stanca e nervosa: come potresti diversamente? Una speranza: arriverà la primavera e avremo almeno pupi sani!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco, è vero,...i pensieri mi aiutano ad appesantire il nervoso.

      Elimina
  4. Cara Gab, pensa come devo essere io, febbricitante, con il mal di testa, tosse e raffreddore, e con le tre gnome in modalità cozza da influenza pesante!
    La Matrigna di Biancaneve mi fa un baffo!
    Solidarizzo...
    Un abbraccio a te e alla piccola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aiutoooo! :-)
      un abbraccio super solidale a te!

      Elimina
  5. La solita tragica? la solita disperata?
    Non ti ha detto anche "la solita melodrammatica"?
    Siamo donne ;D!
    Prendere o lasciare! Bianco o nero! Felici o depressissime!
    Che ti devo dire!?
    Disegna, disegna, disegna: ti viene da Dio, quando sei in questa fase ;D!
    p.s. Sto cercando di convincere chiunque mi capiti a tiro di creativo (donna, illustratrice, sognatrice) di inventarsi una nuova eroina del fumetto (che secondo me manca totalmente e cioè che non sia la "femmina" vista con l'occhio del "maschio": prima o poi riesco a spiegarmi meglio eh!)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai che ho inventato il mio personaggio proprio in un momento doloroso: trasformare i miei stati d'animo in vignetta mi permetteva di guardarli con distacco e riderci anche su (a volte).
      Mi piace la tua idea....:-D (e se vuoi ci sono!)

      Elimina
  6. dai che i momenti così li passiamo tutte... detto questo, bisogna aggiungere che quel pediatra è veramente una merda!!! ma - davvero - come si permette??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e tra un po' mi tocca ritornarci. Ma questa volta ho tutta una serie di risposte da dargli, sì!

      Elimina
  7. Io cambierei pediatra!!SUBITO!
    Detto questo, io a volte mi ritrovo strega anche al mattino, perchè uscire di casa è questa cosa qui http://www.mammavvocato.blogspot.it/2012/12/questa-mattina-sono-saltata-giu-dal.html
    Quindi, tranquilla, mal comune mezzo gaudio.
    Quanto al tempo per la coppia..brutto, veramente brutto, fai bene a correre ai ripari, appena puoi.

    RispondiElimina
  8. letto il tuo post! ;-)
    lo ammetto, se è tardi, dopo il momento amorevole, ritorno un po' streghetta, fino al parcheggio davanti all'asilo, poi faccio pace col mondo, con me, con marta, con l'ansia, la fretta, ecc...

    RispondiElimina
  9. povera piccola, però ci sono giorni in cui tutto sembra remarti contro....una beffa del destino che si diverte a torturarti...in questi tempi poi è facilissimo cadere nella trappola dell'ira furibonda o, peggio, della commiserazione...il pericolo che si corre è quello di trascurare l'amore per la persona amata a causa di questo correre senza sosta per la sopravvivenza...siamo messi malissimo! spero piovano sorrisi per entrambe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da quello che scrivi anche per te deve essere un periodo un po'...sottosopra, o meglio schiacciante. E allora...in bocca al lupo anche a te! con tanto di sorriso :-)

      Elimina

Domande che richiedono preparazione

Dopo " da dove escono i bambini " siamo passati a " perché siamo fatti così? " (non è che esiste una puntata di Sia...