Passa ai contenuti principali

sconclu....

sono una persona sconclusionata.
nel giro di pochi minuti ho pensato 100 cose diverse e fatto altrettanto. Ho pensato che:
- ho un frigorifero vuoto: devo comprare carne, frutta, biscotti per la colazione, fare il sorbetto al limone 'chè c'ho il frigo pieno di limoni ma non mi decido a sfruttarli-
- sembro una che non ascolta. Mi sa che lo dicevano anche i professori...o l'ho sempre pensato io...no, no! me l'ha detto una volta, tempo fa, una persona...ricordo che ci rimasi ma-li-ssi-mo (lo so che la divisione in sillabe non è corretta, ma se avessimo rispettato la grammatica, non avrei avuto lo stesso effetto sonoro). E da allora mi sforzo di avere un'espressione d'ascolto intelligente...non so se ci sono mai riuscita...lo giuro...io ASCOLTO OGNI SINGOLA PAROLA! anche se può non sembrare, presto attenzione a tutto! che ci posso fare se poi trasmetto apatia?
- devo portare a termine due progetti, uno abbastanza lungo, e in pochissimo tempo!!!!
- mio marito non l'ho ancora sentito...albano me l'ha rapito!!! (leggi dopo)
- ieri (o il giorno prima?) avevo cominciato un post, rimasto nella cartella bozze...non avrà più l'anima che volevo infondergli, ma ve lo beccherete ugualmente...ecco qua.
Martedì sera io e la nana ci siamo concesse una serata fuori casa. Il papà-marito è fuori per lavoro (mo' ve lo dico....in una masseria di cellino san marco, il paese di...tada...al bano, o albano carrisi. Ci sarà uno spettacolo domani sera con artisti del "calibro" di malgioglio, mara venier, giletti, checco zalone, etc.etc.etc., e lui è stato messo in cattura, coi suoi colleghi). Io e Marta avevamo programmato una serata per noi, solo che mi ero dimenticata fosse l'anniversario dei nonni materni, per cui siamo state raggiunte dall'allegra famiglia...mi spiace, sono stata rapita dagli spettacoli (ora vi racconto), per cui non ho dato molta retta ai miei...perdonatemi. Riflettendoci, ieri sera mi sono sentita molto l'adolescente insofferente di qualche (tanto) anno fa, quando non resistevo più di un minuto ferma, con loro, in un posto...ieri sera son stata così...c'era così tanto in giro che volevo scappare da una parte all'altra, da sola...di nuovo perdono...ma certe occasioni capitano una volta all'anno (è vero, anche un anniversario capita una volta all'anno...vabbe').
Martedì c'è stata in città la notte bianca dei bambini, una serie di spettacoli, racconti animati, musica, giocoleria, ludobus, laboratori che si snodavano sulla muraglia, a Bari vecchia...orde di nani impazziti, con genitori a seguito. Erano loro che inseguivano i figli (eravamo noi...un po' mi ci metto in mezzo), loro, con ansia a mille per paura di perderli, loro che si sono imbarcati in questa avventura notturna decidendo di fare da accompagnatori non solo ai propri, ma anche a figli di altri...e così vedevi mamme in preda all'agitazione che ne acchiappavano due alla volta, mentre con gli occhi non si lasciavano sfuggire il resto della compagnia. Ho visto un paio di papà che rasentavano la disperazione...
Per il vento e per l'orario (sapete, la miss la mattina si deve alzare presto per andare dai nonni), non ci siamo fermate fino alla fine, ma è stato bello ugualmente. Io ho dimenticato a casa la mia macchina fotografica, avrei voluto immortalare i vari set, documentare il tutto...e nulla, nemmeno disegni, non ho molto tempo 'sti giorni.
E' stata l'occasione per incontrarsi con amiche pure loro affigliate, vedere gente che non conosci da persona, ma le vedi da sempre...notare i cambiamenti in ciascuno, godere della serata all'aria aperta, riempirsi gli occhi. 
Brava, città!

ah, ecco! un'altra cosa che ho pensato: devo RINGRAZIARE MONICA-SMEMOMAMMA per i due premi. Uno l'ho già ricevuto, il secondo me lo prendo volentieri e quanto prima lo rilancio!!!

Ultimissima cosa. 
Oggi mi è arrivato via posta l'invito del matrimonio di una mia amica...emozione!!! per lei, indubbiamente (ma lo sapevo già, non è stata una sorpresa) e nel vedere il mio lavoro stampato. Un po' di auto-promozione :-P




Commenti

  1. non mi parlare di bari vecchia... della muraglia e delle cose che stanno organizzando che mi vien da piangere!!! :(
    grandiosa la partecipatio!!!
    noi all'epoca l'abbiamo fatta con un disegno delle mie nipotine :)
    p..s e comunque... la voglia di evadere è leggittimissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io vabbe', all'epoca me la son disegnata da sola, così come la finta bomboniera...e vabbe', se non si sfruttano le proprie capacità per risparmiare!
      son curiosa di vedere la vostra!!!
      ma voi non riuscite a fare un po' di vacanza in puglia?

      Elimina
    2. non questa estate... :( abbiamo solo una settimana e ce ne stiamo qui-.. però magari a natale..!

      Elimina
  2. A me questo post mi ha messo un sacco di allegria addosso!!! Grazie!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mammapiky! un abbraccio!

      Elimina
  3. Il tuo post è piuttosto "veloce". Mentre lo leggevo mi sentivo il fiatone (sarà il secondo anno over 40!) per starti dietro!
    Anche io come me te "sembra" che non ascolto, ma se una deve fare 25 cose contemporaneamente, non si può pretendere anche l'occhio vigile e il sorriso d'ordinanza, no ;D!?
    Bellissimo l'invito al matrimonio dei tuoi amici, ma ormai non te lo dico neanche più :D!
    L'esperienza "mezzanotte dei bambini" l'abbiamo provata anche noi a Pesaro (che non è Bari vecchia, però!): per noi però è stata una maratona. Mi sono persa un figlio (ma eravamo una rete di mamme pronte a riacciuffare i fuggiaschi), ne ho trovato un altro e con la sua mamma abbiamo fatto cambio. Ho passato un tempo slow lunghissimo sull'ambulanza della Croce Rossa con mio figlio e le bambine sembravano due veline impazzite...
    Mi sembra, ma è solo un'impressione: non ti stai annoiando vero ;D!?
    Sprizzi vitalità da tutto il blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, no...è vero...non è colpa della tua età (eheh), è che io ho un sacco di cose in testa e vorrei tirarle fuori tutte, e così.....pfuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu...tutto fuori di getto e velocemente, senza analizzare bene i punti.
      Dai, allora la mia mezzanotte è stata mooolto più tranquilla. Comunque sicuramente noia zero in 'sto periodo...anzi, a giorni giriamo un nuovo corto, di paolo sassanelli (l'attore barese del medico in famiglia)e poi...ferieeee!

      Elimina
  4. bellissimo, queste iniziative per i bambini sono fantastiche :)
    la partecipazione è meravigliosa!!! Che bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie!:-)))
      sì, speriamo che ci siano altre iniziative nei prossimi giorni!

      Elimina
  5. Bellissima la partecipazione! Stai di fretta, eh? Riconosco i pensieri che si aggrovigliano per le troppe cose da fare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie!!!
      sì, fretta ansiosa, o ansia frettolosa...:-)

      Elimina
  6. L'invito è super!!!
    Realizzo solo ora che mi potresti aiutare in una cosa che stiamo provando a fare... Ti farò sapere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm...mi servirebbe il tuo indirizzo e-mail: puoi mandarmelo? Sul mio blog c'è il mio.

      Elimina
  7. Hahah!!anche io sono una grande sconclu:D

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La petulanza, sgradevole come una flatulenza

Ero già petulante; da un po' lo sono fino allo sfinimento. Comincio la mattina "fai colazione! è tardi! è suonata la campana!". Continuo a pranzo "Hai finito di mangiare?noi siamo alla frutta! Sbrigati".  Proseguo "Raccogli da terra! Togli di mezzo le cose che non devi usare! Prendi questa cosa e rimettila a posto! Mettiti le ciabatte! Non stare scalza!". Fino a sera "Vai a metterti il pigiama! Hai lavato i piedi? Hai lavoro i denti?". E quando è raffreddata...mamma mia! "Soffia il naso! soffia il naso forte! Devi soffiarti il naso! soffia il naso e poi facciamo questa cosa".
Basta! Non mi sopporto più!
Non è possibile tutto ciò, non si può andare avanti così. Ricordo che io non sopportavo mia mamma quando ripeteva fino allo sfinimento le stesse cose. La situazione è migliorata quando sono andata a vivere da sola. Solo che, 'sta povera creatura ha ancora un po' di anni da vivere con noi. Allora che si fa? Alle volte ho provato a con…

messaggi di aiuto

io, io sono una donna forte! io non ho bisogno di nessuno! io me la so cavare da sola! due bambine? e che ci vorrà! <<Pronto? mamma? non è che verresti a trovarci? Sai, a Marta farebbe molto piacere...>>.
Tutto questo per dire che, in questa seconda gravidanza, ho capito che il trucco per non crollare e cadere è...chiedere una mano! Banale, vero? Non è approfittarsene. E' spirito di sopravvivenza. Non so chi avete voi vicino - approposito, massima stima per le famiglie che si trasferiscono fuori dalla loro città di origine e che "producono" bambini senza l'aiuto di mamma e papà -, ma qui abbiamo la fortuna di avere, in un raggio di massimo 10 km, nonni materni e paterni.
A differenza della prima gravidanza, mi son ritrovata a alzare la cornetta, o semplicemente a rispondere Sì, lo voglio ogni qual volta mia mamma mi chiede "Hai bisogno di una mano?". Vabbe', ogni ogni volta proprio no, spesso sì. Poi 'sta storia dell'allattamento all'i…

Una gravidanza da lode

A questo punto spero che cotanta bravura venga premiata con: - una bimba tranquilla la notte - una bimba che, sapendo che la sua mamma non è più una ragazzina, non la faccia strapazzare molto - una bimba che, sapendo che il papà non c'è molto a casa, sappia essere paziente con la sua mamma - tanta pazienza da parte mia (perché si sa che questa è inversamente proporzionale all'età) - felice accettazione da parte della sorella maggiore - una bimba che non si ammali quanto la sorellona - una bimba che decida di nascere né prima né dopo, ma al momento giusto - nessuna depressione post-partum, anche lieve (dai! dai!)
Chiedo molto? Vabbe', è il panico da prestazione; è il fatto che dopo 7 anni hai rimosso molto. C'è da dire che con la prima l'impatto, salvo la novità, non è stato drammatico, per cui no! non sono preparata al peggio :-P
Ma poi - una domanda - da cosa si vede che è una femminuccia? Signora incontrata nel panificio, da cosa se n'è accorta?


SalvaSalva