sabato 4 agosto 2012

I.L.E. ( e non le ranocchie)

INSOSTENIBILE...LEGGEREZZA...ESTATE...
hmmm...sono stata a rifletterci a lungo e poi ho pensato "mica mi è stato chiesto di fare un trattato di filosofia!"; così ho pensato di buttar giù tutto ciò che mi viene in mente (un brainstorming, che fa rima con blogstorming).
Siccome non son tanto brava a scrivere, cercherò di colmare le mie lacune con i disegni delle scorse estati, così, tanto per farvi immergere in quella che "è stata(da marta in poi)-è-spero non sarà a vita" la mia estate:


A) agosto 2009
alle prese con una gravidanza scoperta da meno di un mese, ricerca di casa (troppo piccola quella in cui abitavamo prima della nana), faccende domestiche. Due settimane di ferie trascorse a casa: no vacanza, solo puntatine a mare, con le amiche, perchè lui era a lavoro (l'estate è il periodo "peggiore" per i fonici-l'estate è il periodo "peggiore" per i fonici-l'estate è il periodo "peggiore" per i fonici...sì, vabbe', l'estate...allora perchè non facciamo le vacanze a novembre? perchè anche novembre è il mese peggiore per i fonici...e anche pasqua, e anche dicembre, e anche le domeniche, e anche...)


B) agosto 2010
casa nuova, inquilina (marta) nuova, fine maternità a giugno...due settimane di ferie trascorse per lo più a casa, facendo piccole puntatine a mare e una parentesi di 4 giorni di libera uscita del marito, perchè si sa: l'estate è il periodo peggiore per i fonici...




C) agosto 2011


stessa storia...più una piacevole parentesi a perugia: prenotazione fatta qualche ora prima di partire, perchè fino al ritorno a casa del marito, un lunedì di agosto all'1 di notte, ancora non ci era dato da sapere se era in libertà vigilata, o libera uscita,  o niente di niente...
Dimenticavo! anche breve viaggetto di tre giorni nel salento, per avvicinarsi al luogo di lavoro di F.: io, Marta e la mia amica Angela. Vacanza in hotel due stelle, camera tripla, relax (Marta permettendo)...


D) agosto 2012


?

io non demordo, ci provo, anche se, si sa, l'estate è il periodo "peggiore"...blablabla. Nel frattempo sto continuando a lavorare, dal 14 dovrei essere in ferie, mi godo il parcheggio facile sotto casa quando rientro, la strada non trafficata, la passeggiata in riva al mare con la nanetta, prima di cena (abitiamo di fronte alla spiaggia cittadina...non sarà il mare più pulito del mondo, ma...io considero questa abitazione una figata! torni, abbandoni borse-computer-scarpe e corri giù...immergi i piedi in acqua, giochi con la sabbia, per un attimo accantoni le mille cose da fare (pulizie,ulteriori lavori, cena) perchè vuoi che quei momenti siano solo per te e per la piccoletta, perchè  vuoi, per una volta, non avere fretta e non dover dire "veloce, è tardi, cammina in fretta", perchè è estate ed è giusto che il tempo scorra più lentamente e che te la prenda con più calma ( e perchè la pressione è così bassa a fine giornata che non riusciresti a fare diversamente).

Ok, ho terminato con il quadro disastrato: moglie single con figlia a carico.
Lo ammetto, a volte non è facile. La normalità vuole che le cose vadano diversamente. Le famiglie normali programmano le ferie in sincrono, partono "in gruppo", si dividono i pesi...almeno così funziona nella mia immaginazione. Noi viviamo alla giornata (o per lo meno mi sforzo di farlo), per cui gli imprevisti sono più facilmente accettabili, le sorprese sono ancor più sorprendenti. Una sera trascorsa in famiglia ha un sapore diverso, un'uscita è speciale, una vacanza, poi, è sensazionale!
Per cui, riflettendoci, insostenibile ci sta, leggerezza ci sta, estate ci sta...ci sta tutto!

*Questo blog partecipa a blogstorming.

9 commenti:

  1. Anche noi viviamo alla giornata ma alla fine a me va bene così :)

    RispondiElimina
  2. Vivere alla giornata non ha prezzo per tutto il resto c'è MasterCard!!!!

    RispondiElimina
  3. :-) somigliano molto molto alle mie, di vacanze...

    RispondiElimina
  4. ...donne, mi consolo leggendo i vostri commenti...:-)

    RispondiElimina
  5. consolati consolati... io quest'anno ho scoperto che mio marito avrà le ferie! D'agosto! Lo ri-dico perchè ancora non ho tanto realizzato: avrà le ferie! Finora le uniche vere ferie estive fatte le ha avuto per il viaggio di nozze (considera che la data è stata scelta in funzione del periodo in cui - forse- poteva prendersi 2 settimane libere dopo!)

    quando puoi passa da me! C'è un pensierino!!! ;-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. evvai! felicissima per voi! pure noi scegliemmo la data del matrimonio + o - quando era più comodo per lui...all'epoca era in tour con la tatangelo (a cui abbiamo dovuto dare anche l'invito...!). Viaggio di nozze flash, casomai uscivano date improvvise...e poi, al ritorno, scopriamo che avrebbe avuto due settimane di libertà...:-)
      a breve corro sul tuo blog!

      Elimina
  6. Anche qui si prenota due ore prima di partire. Da anni. E Papozzo non è fonico, è falegname: forse vale per tutti i mestieri che iniziano con F!!!
    Poi sai che c'è? Non si programma nulla, è più bello e apprezzabile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che belle le donne che sanno trovare il lato positivo!!!:-)

      Elimina
  7. ...e poi potresti andare al mare anche con tua sorella e invece vieni a palese solo per lavorare o per altrui famiglie!!! grrrrrrrrrrr

    RispondiElimina

Riempirsi di bellezza

Io dico che abbiamo bisogno di fare cose belle , di riempirci di bellezza , di sottoporci a "pratiche positive", di respirare ari...