venerdì 27 luglio 2012

...un giorno...

...poi un giorno ti dicono che, il corto girato d'inverno, quello "sfacchinoso", quello girato con la cooperativa, ma con un regista esterno (che tanto abbiamo amato), verrà proiettato a venezia! E tu hai firmato i costumi...e poi pensi che tutto sommato la squadra si è fatta un sedere, ma ha lavorato bene...dietro questa "vittoria" c'è il sudore di tanti ragazzi, che credono in quello che fanno, e lo fanno bene (tu sei tra questi, ma magari meno convinta di loro, anche se, quando ci sei, cerchi di dare il massimo, e ti piace anche esserci)...sono soddisfazioni, piccole grandi soddisfazioni...

In questi giorni mi sento pensierosa...satura di pensieri...affannata per il pensiero...occupata a pensare...preoccupata...occupata a preoccuparmi e...mi dedico questa.
Passerà, ma occorre che io diventi più operativa...'chè con i soli pensieri non si arriva da nessuna parte.
So usare le mani? Bene, che le usi, 'ste mani!

Marta non sta bene da tre giorni, s'è beccata nuovamente la tonsillite, per cui vai di febbroni, paracetamolo, antibiotico e...pipì! tanta, ma tanta pipì! che durante il giorno controlliamo. Sente lo stimolo e corriamo in bagno. Ma la notte...la notte non si gestisce più! Abbiamo esaurito le poche scorte di lenzuola e lenzuoli. Abbiamo terminato il pacco di "teli da pipì", che era rimasto intatto per settimane. E in questi giorni piove, è umido...per cui i panni si asciugano molto lentamente. Bisogna correre ai ripari. Come? forse solo aspettando che finisca la febbre...cioè, oggi è stata sfebbrata,  a stanotte l'ardua sentenza. A voi capita? cioè...spero capiti ai vostri nani, non a voi...sapete, a ...tot anni credo sia imbarazzante bagnare il materasso :-)

18 commenti:

  1. Io è da ieri notte che lascio la piccola senza panno dopo che è stata un bel po' di notti senza bagnare il pannolino, ti saprò dire più avanti. Con il primo dopo un rimi assestamento iniziale (avrà bagnato il letto si e no 10 volte o un po' di più) una notte ha deciso da solo che non lo voleva e non l'ha mai bagnato.
    Ma perché i teli da pipi?io ho sempre usato quelle cerate che compri a metraggio oppure quei lenzuoli che hanno la cerata incorporata, se si bagna lavo e riuso, ovviamente ne ho sempre uno o due di scorta ;)

    RispondiElimina
  2. complimenti per Venezia, brava!

    RispondiElimina
  3. Questo post testimonia quello che ti avevo detto qualche giorno fa...
    Bravissimi (a)! A Venezia, ma ti rendi conto :D!?
    E poi: costumista !? Uaooooo :D!
    Per finire: anche da me la piccola di notte non si sveglia neanche con le cannonate e se ha bevuto molto qualche volta fa ancora la pipì. Soluzioni: 1. le metto il pannolino (credimi se ti dico che se glielo metto, non la fa) 2. senza spendere soldi prendi un sacchetto di plastica (va bene anche quello dell'immondizia) taglialo e aprilo grande, sotto il lenzuolo. Fa un po' di crcrcrcrcrh, ma almeno tiri il fiato.
    Un abbraccio
    p.s. Usale le tue preziosissime mani insolita mamma blogger;D!

    RispondiElimina
  4. Supercomplimentoni!!! Deve essere una soddisfazione mostruosa! Per il letto la notte avevo preso una traversa impermeabile foderata in cotone grande come metà letto e l'avevo messa sotto il lenzuolo da sotto. se non vuoi bagnare nemmeno quello mettila sopra così al massimo la butti in lavatrice e lavi solo quella con un bucato 15 minuti e asciuga in fretta!

    RispondiElimina
  5. COMPLIMENTI!!!! :-D
    per la pipì...credo sia normale avere delle "ricadute", tanto più se Marta sta male... tommi le ha avute, ci sono stati dei giorni che se la faceva addosso anche tre volte, mettendosi a gambe larghe e facendo la pipì senza preavviso... poi ha ricominciato a dircelo e adesso siamo felicemente giunti alla fase "senza pannolino anche di notte!!"

    RispondiElimina
  6. ma che bello!!! Tanti tanti complimenti! Noi ancora siamo ancorati al pannolino, però penso che toglierlo tutto insieme e ciao sia difficile!ricadute ce ne sono sempre!

    RispondiElimina
  7. ...la notte della sentenza...senza febbre=no pipì!
    @starsdancer-nicoletta-simonetta: sì, mi sa che userò le traverse lavabili, non quelle usa e getta...avevo un ricordo negativo (risalente a quella che mi mettevano sul letto in ospedale...ricordo che mi faceva sudare un sacco! ma anche quelle che uso per marta...per cui...metodo tradizionale sia!
    @ tutte: grazie per aver condiviso con me questo momento di "esaltazione", eheh! e di "disperazione (pipì)...:-)
    @ simo: sì...le userò (non per picchiare mio marito con cui ho litigato stamattina (o "mattina-mattina", come si dice dialettalmente da queste parti), ma per scopi ben + alti e soddisfacenti!!! :-)

    RispondiElimina
  8. A Venezia??? Ma che bello, io forse alla prossima edizione vado a curiosare...dai vieni anche tu!!! Brava brava brava! :-)

    RispondiElimina
  9. complimenti per Venezia!!! per quanto riguarda lo spannolinamento lo gnappo con il rientro a Roma è totalmente regredito :-(( si ricomincia!!! pipì ovunque!! per quanto riguarda la notte io non ci ho nemmeno provato a toglierlo...sai che lago che mi crea....solo per il riposino pomeridiano ma ovviamente è un continuo lavaggio di lenzuola, mutandine, pantaloni....vabbè ci vuole tanta pazienza!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì...e anche tante lenzuola, e tante mutandine, e tante canottiere, e tanti copri materassi...insomma, tanto. :-)

      Elimina
  10. Risposte
    1. grazie!!! riferirò tutti i complimenti anche ai miei compagni d'avventura :-)

      Elimina
  11. Wow, Venezia!!! Complimenti!
    Per il pannolo, anche la micrognoma non lo vuole più di notte, e finora è andata sempre bene; mi aspetto comunque che con le prime frescure settembrine, qualcosa ci scappi, ma siamo attrezzati!
    Quando sono malati, non fanno testo per molte cose, quidi, povera cucciola, ci sta che non riuscisse a tenerla, di notte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, infatti...adesso che sta meglio è tornato tutto alla normalità...pfu!!!!

      Elimina
    2. Passa da me: ho due cosette per te.

      Elimina
  12. Che bello questo post, che salta dai fasti veneziani ai disastri domestici. Una sintesi perfetta della vita di una mamma.
    E complimenti davvero per il corto. Dev'essere una soddisfazione incredibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! un buon lavoro di squadra...nonostante gli scazzi e le incomprensioni che ci sono, il gruppo ha funzionato! ;-)

      Elimina

Riempirsi di bellezza

Io dico che abbiamo bisogno di fare cose belle , di riempirci di bellezza , di sottoporci a "pratiche positive", di respirare ari...